L'acqua costituisce, per le sue proprietà fisiche, per i suoi effetti miorilassanti, per la diversità degli stimoli sensoriali che offre, un formidabile strumento riabilitativo, consentendo di intervenire significativamente in molte problematiche che danno origine a disabilità temporanee e/o permanenti. L'Idrokinesiterapia è una speciale terapia che sfrutta l'acqua per facilitare il movimento, ritenuta molto efficace e vantaggiosa per il recupero funzionale, sia in presenza di patologie croniche che acute di origine ortopedico-traumatologica, reumatica, neurologica. L'acqua, come ambiente propriocettivo estremamente stimolante facilita il recupero funzionale, riducendo l'affaticamento e il dolore.
Indicazioni: L'idrokinesiterapia è utile nel recupero post-operatorio e trova numerose indicazioni, a solo titolo di esempio, negli interventi alla spalla quali sutura di cuffia, instabilità, osteosintesi post-frattura, al ginocchio (LCA, meniscectomie, protesi, trapianto cartilagineo), all'anca (protesi), a livello del rachide negli interventi di EDD . Nel conservativo è importante per ristabilire e mantenere un buon rapporto tra articolarità ed equilibrio muscolare soprattutto in caso di EDD o bulging per il rachide, condropatia femoro-rotulea per il ginocchio, artrosi, patologie reumatologiche (artrite reumatoide), patologie neurologiche (esiti ictus, sclerosi multipla, parkinson ).
Controindicazioni: Non si segnalano particolari controindicazioni.